Home > Apresentação

L’Associaçao Umbri do Brasil ha voluto questo sito, per condividere con gli Umbri, i Discendenti, gli amici degli Umbri di altre Regioni d’Italia, gli amici Brasiliani ospiti meravigliosi che ci hanno accolto in questo fantastico continente con grande affetto…
e, tutti insieme apprezzare il Sapore di Umbria, piccola Regione d’Italia, ma terra generosa che ha dato e dá tante eccellenze a tutto il mondo…
Con ció vuole ardire ancora di piú…e allargare questo abbraccio a tutti i Corregionali dell’America Latina e, perché no, anche a tutte le altre comunitá Umbre dei restanti continenti, perché  salendo su questo veicolo si possa viaggiare insieme condividendo ed esplorando esperienze inedite, emozioni, idee, con un legame fortissimo: le nostre origini, la nostra cultura e le nostre tradizioni…
Siamo certi che solo grazie ad una forte ed intensa comunicazione potremo dare il nostro, se pur piccolo, apporto alla crescita di una societá multietnica che, nel rispetto delle diversitá possa contribuire ad un futuro di libertá e solidarietá.

Dai vieni anche Tu… in questo viaggio fantastico dal sapore di buono per apprezzare insieme il Cuore Verde d’italia…

Sandro Benedetti Isidori
( Presidente 2006 - 2013 )

Sapore di Umbria...

L’Umbria é definita “cuore verde d’Italia”, è terra di boschi e d’acqua e offre a chi la visita doni eccellenti: opere d’arte, antichi centri urbani intatti, una natura pressoché incontaminata, manifestazioni culturali di ogni tipo e una gastronomia in grado di soddisfare ogni palato…

Uno sguardo dal di dentro...

É una splendida Regione il cui nome deriva dagli Umbri, popolo molto antico che abitava questa terra in pacifica convivenza con gli Etruschi…

Tra le poche regioni italiane che non sono bagnate dal mare, l’ Umbria è attraversata longitudinalmente dal corso del Tevere. Ma l’autostrada del Sole, che passa ai piedi dello sperone di Orvieto, ne sfiora appena il territorio. Si direbbe che una precisa intenzione abbia voluto risparmiare a questa terra ancora silenziosa e appartata il fragore delle grandi vie di comunicazione.

Qui la luce abbagliante di Toscana cede il posto a un’aura più raccolta, quasi a una bruma leggera che avolge e sottolinea il verde intenso dei colli, le selve intatte, gli uliveti grigioazzurri. Altrove prevalgono alberi di frutta a spalliera, vigne dai tralci altissimi che formano lunghi pergolati.

Di prima estate, papaveri e ginestre circondano i covoni di fieno, che in Umbria hanno la particolare forma di funghi immensi, buoi dal bianco mantello aggiogati ai carri che trasportano cereali o barili di vino evocano immagini ancestrali, quasi fossero discesi dai bassorilievi di antichi sarcofaghi romani.

A nord, l’ appennino umbro presenta aspetti nudi e severi, d’inquietante silenzio fino ad ovest dove si allarga la distesa turchina del lago Trasimeno, punteggiato da tre verdi isolette, ove Annibale, vincitore di Flaminio, fece vacillare la gloria e le sorti di Roma.

Sorti che furono immediatamente capovolte quando il conquistatore Annibale arrivò a Spoleto, ai piedi del boscoso Monteluco oggi universalmente nota per essere sede del Festival dei due Mondi, famoso ciclo di manifestazioni musicali e teatrali istituito da Giancarlo Menotti.

Questa piccola cittadina è di per sè affascinantissima per la singolarità del suo ordito urbano, tutto strade sinuose, portici, scalinate, piazzette e per le sue vestigia di epoca romana come la Torre dell’ Olio dove sconfisse Annibale ormai diretto senza ostacoli alla conquista di ROMA.

La Natura  Amica…

Poiché non ha nessun accesso al mare, gli abitanti hanno contato sempre sulla generositá della loro terra, che non ha mai mancato di ripagarli: verdura, frutta di qualitá eccellenti vi crescono in abbondanza, i pascoli rigogliosi e l’ottimo clima collinare e montano consentono l’allevamento di bestiame DOC in tutta la Regione.

Con qualcosa in piú: i boschi regalano spettacolosi funghi delle qualitá migliori (soprattutto Boleti, nella varietá ‘edulis edulis’), ossia una delle piú pregiate, le colline si prestano in maniera mirabile alla coltivazione dell’ulivo quindi alla produzione di un eccellente Olio di Oliva.

Tutta la zona umida e boscosa offre all’abile cercatore la possibilitá di imbattersi nei preziosi e ottimi tartufi, bianchi ( estivi ) e neri ( invernali ) che sono alla base di moltissime preparazioni culinarie regionali.
Ed infine il  formaggio  pecorino che ha una tradizione antichissima e consolidata.

Sui pendii assolati proposperano i vigneti dalle cui uve si ricavano fra i migliori vini del mondo.

L’Acqua e…

È un Bene Sacroun Bene Comuneun Bene Prezioso… Tutta l’Umbria è un grande bacino idrico, con il Tevere che l’attraversa e i suoi affluenti che vi confluiscono, ma anche il grande e bellissimo lago Trasimeno, il Lago di Piediluco ed ancora con i suoi laghi minori che costellano la Regione.

I boschi lussureggianti che coprono maggior parte del bellissimo paesaggio ne sono la testimonianza. L’abbondanza d’acqua consente prospere coltivazioni di cereali e di verdure abbondanti e di alta qualitá, regala ubertosi pascoli che fanno prosperare l’allevamento, favorisce la nascita spontanea dei frutti di bosco, quali funghi e tartufi, consente la pesca di pesci d’acqua dolce, che grazie alle acque limpidi e pulite, offrono carni gustose e delicate.

Nella regione si trovano anche numerose acque minerali che donano benessere e cura per l’organismo e costituiscono un'attrattiva in piú per il viaggiatore. I principali Centri Termali sono Acquasparta (Tr), Assisi (Pg), Citta di Castello (Pg), Gualdo Tadino (Pg), Massa Martana (Pg), San Gemini (Tr), Nocera Umbra (Pg).

Economia su Misura…

Con un panorama dolce e variegato ed una  natura gradevole appare evidente come l’attivitá principale sia il Turismo.

La Regione sotto questo aspetto offre di tutto: non solo incantevoli passeggiate e sport campestri ma anche la possibilitá di visitare cittá e borghi che hanno conservato intatte tutte le strutture originarie, mantenendo un sapore antico che sapientemente viene rafforzato dalle innumerevoli manifestazioni e sfilate in costume.

Capita cosí che girovagando per vicoli pittoreschi in mezzo ad antichi edifici in pietra in uno qualunque dei suggestivi borghi della Regione si incontra improvisamente qualche processione di dame e cavalieri medievali, immancabilmente accompagnati da trombettieri e sbandieratori, che evocano d’un tratto un’atmosfera  tutta speciale trascinando il visitatore in fantasticherie d’altri tempi.

La Regione abbonda di bellissimi castelli, di chiese, e santuari ricchissimi di tesori d’arte che consentono pellegrinaggi spirituali non meno che artistici.

Fra le Industrie la maggiore è quella dell’Energia Elettrica, nei pressi della Cascata delle Marmore,  spostandosi di solo pochi chilometri piú a nord a Massa Martana troviamo una fertilissima attivitá sempre nel settore energetico, sfruttando sempre risorse naturali ma qui l’acqua è sostituata dal sole.

Primeggiano anche l’industria Alimentare, Tessile e dell’Abbigliamento. Per finire troviamo molte produzioni di antica tradizione tra cui quella della Carta e le Industrie Tipografiche, quella dell’Antiquariato tipico e dell’artigianato locale.

Un’occhiata in cucina

La cucina umbra é varia : carne, pesce, cereali, verdure, spezie ed erbe aromatiche sono ugualmente importanti e sono abbinati con un equilibrio invidiabile.

Essenziale piú che povera, è volta ad esaltare al massimo i profumi e i sapori degli ingredianti. I piatti contengono raramente piú di 4 o 5 ingredienti, scelti fra i piú freschi e di alta qualitá e la cottura è in generale molto semplice. I primi piatti alternano minestroni squisiti preparati con verdure locali e farro, a paste tipiche fatto a mano. Anche il pane è preparato con ricette tradizionali, come le ceriole di Terni ed il pan nociato di Todi.

La carne d’allevamento ( con il manzo regionale DOC ) è cucinata per lo piú alla griglia e è accompagnata da erbe e salse; la selvaggina, stufata con abbondanza di erbe aromatiche. Tipici sono i colombacci con salsa al vino; nelle fiere o nelle feste rionali si puó acquistare la porchetta, maiale giovane arrostito con una farcitura di erbe aromatiche, servito freddo a fettine.

I laghi ed in particolare il Trasimeno offrono grande abbondanza di pesce d’acqua dolce, carpa, luccio, persico ed anguilla che entrano in preparazioni anch’esse semplici ma gustosissime.

Troviamo poi deliziosi formaggi tipici come il pecorino di norcia, splendidi salumi  come il prosciutto di norcia DOC, il budellaccio di Norcia, il capocollo, la coppa, la corallina di Norcia, La mortadella Umbra, e il salame di cinghiale e di daino. Notevoli sono alcuni prodotti tipici della terra, come le Cipolle di Cannara, il sedano nero di Trevi, le lenticchie di Castelluccio.

Funghi e tartufi pregiatissimi e relativamente abbondanti entrano in gran parte delle ricette regionali. I formaggi tipici della provincia sono il pecorino e la ricotta, senza dimenticare il ravigiolo ed il cinerino inserito tra i prodotti da salvare nell Arca dei sapori.

L’ottimo Olio d’oliva prodotto in tutta la regione. Le preparazioni piú semplici sono quasi sempre irrorate con il magnifico olio extravergine, denso e dorato, che dona un profumo particolare ad ogni piatto. L’Umbria ha ottenuto il marchio DOP per l’olio su tutto il territorio regionale.

I dessert sono preparati spesso con miele, castagne, pinoli, noci, nocciole e mandorle. Dulcis in fundo il cioccolato di Perugia che ormai da anni è apprezzato in tutto il mondo…

…Il Vino

l’Umbria è la patria del Sagrantino, un vitigno umbro le cui uve producono un vino DOCG. È stata lungamente rinomata per i vini bianchi soprattutto grazie all’importanza storica di Orvieto, che un tempo era nota soprattutto per i bianchi abboccati e semidolci, elogiata da Papi e meta di Principi e pittori che vi giungevano dalla vicina Roma, attratti dalla bellezza della sua cattedrale e della veduta aperta sopra la valle non meno che dai profumi dei suoi generosi vini.

I vini piú rinomati sono:
Torgiano Bianco, color paglierino brillante, fruttato con vena piacevolmente acidula, adatto con pesce, crostacei e antipasti.
Torgiano Rosso, color rubino brillante, profumo delicato, gusto secco, adatto con pollame nobile, carni arrosto e alla griglia e primi piatti di pasta.

Colli del Trasimeno Rosso, color granata che invecchiando tende al marrone, profumo delicato vinoso, sapore asciutto, adatto con arrosti di carni bianche, particolarmente aprezzato con la Porchetta.
Colli del Trasimeno Bianco, color paglierino chiaro, profumo gradevole e delicato, sapore fresco e asciutto adatto con i primi di ogni tipo, antipasti magri e pesce.

Montefalco Rosso, color rubino-granata, profumo vinoso, gusto asciutto, adatto ai salumi, porchetta ed altri piatti tipici della zona.
Montefalco Sagrantino, color rubino carico tendente al granata, profumo caratteristico fruttato di more, sapore asciutto e corposo: il secco adatto alle carni e l`amabile con il dessert.
Orvieto, color paglierino piú o meno intenso, profumo gradevole e delicato, sapore secco, amabile o dolce, adatto con antipasti e pesce, il secco, con i dessert o come apertivo il dolce.

Da vedere e ascoltare…

d’estate, la Regione offre manifestazioni culturali di spicco ormai di fama intenazionali. Soprattutto  famosi sono: Festival dei due mondi che si tiene a giugno e luglio a Spoleto, con un programma fitto di spettacoli di ogni genere di musica, danza, e teatro, per soddisfare la voglia di spettacolo ed accontentare anche lo spettatore piú esigente; Umbria Jazz, manifestazione jazzistica itinerante che durante il mese di luglio offre concerti dei musicisti piu famosi del genere con serate all’aperto nelle piú belle piazze d’Italia, musica di oggi in ambientazioni di altri tempi, per una suggestione davvero da non perdere; il Todi arte Festival, oppure la Sagra Musicale Umbra festival di musica d’ispirazione sacra e Segni Barocchi di scena a Foligno, ed ancora a Gubbio la tradizionale Corsa dei Ceri...

Questi gli  argomenti che andremo a condividere giorno giorno tutti insieme con questo nuovo strumento di comunicazione, www.umbridobrasil.org che la nostra Associação ha voluto darsi per essere sempre piú uniti e  sempre piú vicini...

Voltar | Topo | Enviar a um amigo | | Imprimir | Home

Associação Umbri do Brasil

Rua Major Quedinho, 111 – Cj 109 - CEP 01050-040 - São Paulo - SP - Brasil

Presidente "Valeria Federico" e 1° Secretario "Aldo Spina"

E-mail: Presidente "vfsfederico@gmail.com"  1° Segretario "aldospina@gmail.com"

Telefone: Presidente + 55 11 9 9121-1377  /  1° Secretario + 55 11 9 8196-7390

Home | Mapa Nipotech